0
Ricette

Ajo Blanco

30 agosto 2018

Una zuppa fredda, perchè no?

Dalla tradizione spagnola, più precisamente dall’Andalusia, trovi questa minestra estiva a base di mandorle, aglio e pane raffermo!

Ingredienti per 2:

mezzo bicchiere d’acqua

1 spicchio d’aglio

6 cucchiai d’olio evo

una pagnotta di pane reffermo

una tazza di mandorle pelate

3 cucchiai aceto di mele

sale

pepe

Triti le mandorle insieme all’aglio in un mixer o un qualsiasi frullatore.

Lasci in ammollo il pane, quando è morbido lo strizzi e lo sposti nel mixer insieme all’aceto, l’olio e l’acqua.

Mescoli bene e lasci in frigorifero mezz’ora. Lo impiatti con qualche crostino e un filo d’olio.

Noi non ne abbiamo avanzato nemmeno un cucchiaio!

 

Ricette

Pesto al basilico e noci!

28 agosto 2018

Se c’è un profumo che mi ricorda l’infanzia è quello del basilico.

Basilico per la salsa di pomodoro, per il pesto ma sopratutto BASILICO NELL’ORTO. Adoravo il nostro orto!

In fondo la cucina è un pò una macchina del tempo, con profumi e sapori ci riporta indietro, no?!

Ci sono tante possibilità per un buon pesto, a me questa piace molto:

Ingredienti:

– 40/45 foglie di basilico asciutte

– 3/4 noci

– 1 cucchiaio di pinoli

– 1 spicchio d’aglio

– 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva

– un pizzico di pepe nero

– un cucchiaino di sale integrale grosso

Frulli tutto, ed eccolo qua!

Puoi usarlo per condire la pasta o spalmato sul pane, puoi tenerlo alcuni giorni in frigorifero coperto con un filo d’olio.

Ricette

Mini torte salate di erbette e zucchine!

20 giugno 2018

Le torte salate, come non amarle! Sono semplici, versatili e un ottimo “svuota-frigo”.

Queste sono monoporzione, le ho cucinate domenica mattina con il mio piccolo aiutante: lui adora tagliare le verdure, impastare e usare il frullatore! Provatele, sono semplicissime!

Per la pasta brisè:

200 gr farina 0

burro freddo di frigo 100 gr

acqua ghiacciata 70 ml

un pizzico di sale

Frulla la farina, il burro e il sale finchè la consistenza non è sabbiosa, poi lo impasti aggiungendo pian piano l’acqua. Avvolgi con la pellicola o lo lasci in frigorifero 20 minuti.

Ingredienti:

2/3 zucchine

un mazzo di erbette

200 gr formaggio di capra

1 cipolla

2/3 carote

2 uova

curcuma

sale

pepe

Tagli zucchine, cipolle e carote a fette sottili e li cuoci in una casseruola aggiungendo un bicchiere d’acqua.

Insaporisci con le spezie e il sale.

Sbatti le uova e amalgami alla verdura che hai fatto raffreddare!

Stendi la pasta brisè e tagli dei quadrati per fare le mini torte salate.

La metti negli stampi che hai a disposizione foderandoli con della carta forno.

Inserisci il ripieno mettendo al centro un pezzetto di formaggio di capra.

Lasci in forno a 180° per 20 minuti.

 

 

Senza categoria

Il Panettone Panettone.

18 novembre 2017

Sono tante le leggende sull’origine del panettone, una di quelle che gode di maggior credito è questa:

” Il cuoco al servizio di Ludovico il Moro fu incaricato di preparare un sontuoso pranzo di Natale a cui erano stati invitati molti nobili del circondario, ma il dolce, dimenticato per errore nel forno, quasi si carbonizzò. Vista la disperazione del cuoco, Toni, un piccolo sguattero, propose una soluzione: «Con quanto è rimasto in dispensa – un po’ di farina, burro, uova, della scorza di cedro e qualche uvetta – stamane ho cucinato questo dolce. Se non avete altro, potete portarlo in tavola». Il cuoco acconsentì e, tremante, si mise dietro una tenda a spiare la reazione degli ospiti. Tutti furono entusiasti e al duca, che voleva conoscere il nome di quella prelibatezza, il cuoco rivelò il segreto: «L’è ‘l pan del Toni». Da allora è il “pane di Toni”, ossia il “panettone”. ( fonte wikipedia)

Sarà andata proprio così? Poco importa, a me piace pensare di si.

Da martedì troverete i nostri panettoni: artigianali, ricetta classica, preparati con lievito naturale, doppio impasto, lievitazione naturale, straordinariamente buono. Non un panettone, IL panettone.

 

Curiosità

Lo butto?

11 novembre 2017

Cosa ci faccio con il pane raffermo? Lo butto?

Assolutamente no! Possiamo farci moltissime cose!

Partiamo dalle facili:

Pangrattato. Frulli il pane ( se non è abbastanza duro puoi tostarlo al forno) e lo conservi in un barattolo di vetro, se aggiungi qualche erba aromatica lo rendi un buon pangrattato profumato perfetto per gratinare le verdure.

Crostini. Tagli il pane a pezzi e lo fai tostare in padella o in forno con un filo d’olio extravergine: sarà perfetto per accompagnare le zuppe e le vellutate.

Esistono poi un’infinità di ricette, a me piacciono queste:

Involtini di verze al curry. Lavate le foglie della verza facendo attenzione che non si rompano. Scottatele per pochi minuti in acqua salata. Mettetele a scolare e fatele raffreddare. Versate quindi in una ciotola del riso e fagioli cotti in precedenza, che condirete con sale, olio e con le spezie. Ora passate il tutto in un frullatore e versate il contenuto ottenuto in una ciotola e aggiustate di sale se necessario.
Con le foglie della verza preparatee degli involtini farciti con il ripieno preparato precedentemente. Ora non vi resta che preriscaldare il forno a 220° e oliare la teglia, versare il pane grattugiato, adagiare gli involtini vegan di verza e cospargerli con pane grattugiato e un filo d’olio. Lasciate cuocere per 15 minuti circa e siete pronti per portare in tavola i vostri involtini.

Zuppa di finocchi. Pulisci i finocchi dalle parti sciupate, tagliali in quarti, lavali, falli a fettine e poi lessali in acqua bollente leggermente salata. Appena sono al dente scolali e falli insaporire in una padella con: olio, uno spicchio di aglio ed una foglia di alloro. In una pirofila disponi alcune fette di pane tostate, leggermente unte e insaporite con l’aglio. Metti sul pane delle fettine di formaggio morbido, i finocchi e bagna il tutto con parte del liquido di cottura dei finocchi, un bicchiere di latte e brodo vegetale. Aggiusta di sale e lascia riposare. Prima di mettere in forno a gratinare, controlla la quantità del liquido e, se è necessario, aggiungi altro brodo. Irrora di olio, cospargi di parmigiano e fai dorare in forno caldo a 180°.

Pane all’aglio. Tagliate le fette di pane senza separarle del tutto, incidendo con il coltello solo fino alla metà del filone. Scaldate un po’ il burro per farlo sciogliere. Una volta liquido, aggiungete spicchi di aglio e il prezzemolo tritati e un po’ di pepe. Ungete il  pane duro con questa miscela. Ora avvolgete il filone di pane nella carta alluminio per poi metterlo nel forno preriscaldato. Lasciatelo in forno per 6 minuti. Trascorsi questi minuti, tiratelo fuori dal forno per rimuovere la carta alluminio. In seguito rimettetelo in forno per altri 5 minuti. Ecco pronto il vostro pane all’aglio.

 

 

Senza categoria

Diamo i numeri!

30 settembre 2017
Manuela Fiore - Fondatrice ORGANICA Shop - Prodotti Biologici online

2 persone lavorano in Organica: una sono io, Manuela, eccomi! cerco le aziende con cui collaborare, faccio ” la spesa” tutte le settimane, spesso vado a ritirare i prodotti,  intrattengo con le aziende agricole un rapporto diretto, rispondo alle mail o ai messaggi dei clienti,  preparo e consegno i box. L’altra è Daniel, lavora in una multinazionale nel settore cacao e cioccolato, mi aiuta nell’organizzazione logistica, nella ricerca di aziende agricole e nelle decisioni aziendali.

21 aziende agricole collaborano con noi, la maggior parte si trovano in Oltrepò Pavese, alcune nel piacentino.

40 famiglie  ( circa) ricevono, ogni settimana, la spesa a domicilio o acquistano il box online e lo ritirano in negozio.

9 ristoranti e pasticcerie ricevono costantemente la spesa necessaria alla loro attività.

11.000 chilogrammi di frutta e verdura buona e sana fatti circolare tra l’Oltrepò Pavese, Pavia e la zona sud di Milano da inizio anno a oggi.

7 mesi è l’età del nostro e-commerce.

 

Senza categoria

E’ arrivato l’abbonamento!

23 agosto 2017

Da questa settimana sarà possibile acquistare l’ abbonamento. In cosa consiste?

Semplice!

L’abbonamento prevede la consegna di 4 box , uno alla settimana, ed è pensato per semplificare la vita a quanti di voi sono già abituati ad ordinare regolarmente e, allo stesso tempo, per permettere di risparmiare qualcosina: infatti rispetto al singolo acquisto risparmierete il 20%!

Da ” mensile” può facilmente diventare bimestrale o trimestrale aumentando la quantità selezionata nel carrello.

Non solo, se per qualunque motivo desiderate interrompere per una o più settimane la consegna potrete farlo avvisandoci una settimana prima!

Il giorno e l’orario di consegna, come sempre, li decideremo insieme!

Con l’abbonamento avrai la comodità di ricevere frutta e verdura biologica direttamente a casa ogni settimana per tutto il mese, il cibo sano diventerà un’abitudine!